Currencies
My Cart

IN VIAGGIO CON FROLSI: ALLA SCOPERTA DI CATANIA.

Oggi il nostro viaggio fa tappa a Catania, una delle più belle città della Sicilia Orientale con alle spalle un bagaglio di storia, cultura e arte capace di incantare chiunque decida di visitarla.

Chi vive a Catania o l’ha visitata almeno una volta sa bene che basta passeggiare per le strade del centro storico per immergersi in una straordinaria atmosfera barocca. Non per nulla, l’UNESCO ha dichiarato il cuore della città Patrimonio dell’Umanità.

Ma non perdiamoci in chiacchiere, addentriamoci in questo meraviglioso mondo costituito non solo da arte e storia ma anche da colori, sorrisi e folklore.

Partiamo dalla storica Via Crociferi!

Via Crociferi è un vero museo a cielo aperto. Emblema del barocco siciliano, basta attraversarla per avere la possibilità di ammirare opere architettoniche di grande spessore, come: la Chiesa di San Benedetto, nota per la sua Scalinata dell’Angelo, che insieme alle badie maggiore e minore costituisce il convento delle Suore Benedettine, sede del Museo di Arte Contemporanea Siciliana; e la Chiesa di San Francesco Borgia, ricca di affreschi che valorizzano la cupola e sculture che rendono unico il suo altare maggiore.

Via_crociferi_catania_barocco

VIA ETNEA

Scendendo un po’ più giù, incontriamo la nota Via Etnea: cuore pulsante della città. Qui, storia e contemporaneità si mescolano conferendo a chi la percorre l’idea di passeggiare tra passato e presente: i palazzi storici che la circondano, i vecchi mercati che la animano e la bellezza mozzafiato di Piazza Stesicoro con i resti dell’Anfiteatro Romano contrastano piacevolmente con i numerosi negozi, i ristoranti e i bar nei quali concedersi una pausa dallo shopping con una granita, un cannolo, un arancino o uno sfizioso aperitivo.

Piazza_Stesicoro_Catania

PIAZZA DUOMO

Piazza Duomo chiude Via Etnea. In essa si ergono maestosi Palazzo degli Elefanti, la Fontana dell'Amenano, il Palazzo dei Chierici, Porta Uzenda e, dulcis in fundo, il Duomo di Sant’Agata, patrona della città e protagonista di una delle più famose feste religiose mondiali, festeggiata dal 3 al 5 febbraio.

VILLA BELLINI

No, non ci siamo dimenticati di uno dei più antichi giardini della provincia Etnea. Dedicata al noto compositore italiano Vincenzo Bellini, la Villa è considerata una piccola oasi di pace, immersa nella natura, che contrasta con il ritmo incalzante che caratterizza il centro storico della città.

IL VULCANO ETNA

O come piacere chiamarla agli amici catanesi “A Muntagna”. La sua maestosa bellezza la si può ammirare perfino dal centro storico della città, volgendo in alto lo sguardo verso il cielo.

Uno dei vulcani attivi più grandi d’Europa dove trascorrere bellissime giornate a sciare (durante la stagione invernale) a fare trekking o semplicemente a godersi dei semplici momenti di relax.

Etna_catania

Anche qui, le cose da dire sarebbero così tante che potremmo non finire mai di scrivere. Facciamo così, per il momento ci interrompiamo, ma vi diamo appuntamento ai prossimi articoli cosicché possiate continuare questo viaggio insieme a noi.

 

A presto.

You May Also Like